skip to Main Content

COMUNICAZIONE

 ASCOMUT INFORMA – 24 SETTEMBRE 2020

1. VILLAGGIO ASCOMUT: APPUNTAMENTO A BOLOGNA 2021

Tutte le aziende originariamente iscritte al Villaggio ASCOMUT nell’ambito della manifestazione MEC.SPE (che si svolgerà presso il quartiere fieristico di Parma dal 29 al 31 ottobre 2020), hanno comunicato a SENAF il loro recesso.

ASCOMUT prende atto dell’orientamento unanime espresso dai propri associati e comunica che il Villaggio ASCOMUT non sarà presente nell’edizione 2020 della manifestazione.

L’appuntamento con l’area espositiva dedicata alle aziende ed ai prodotti rappresentati dall’Associazione è per l’edizione 2021 di MEC.SPE che sarà ospitata dal quartiere fieristico di Bologna.

2. IL PUNTO SUL MERCATO

Nelle settimane scorse ASCOMUT ha reso noti i risultati del proprio Osservatorio congiunturale sulla distribuzione delle macchine utensili e degli utensili industriali relativi al secondo trimestre 2020 realizzato da Ascomut in collaborazione con Format Research.

L’indagine ha esaminato come di consueto le imprese della Domanda (utilizzatori di macchine e attrezzature) e le imprese della Distribuzione (Importatori, filiali, distributori).

Relativamente a queste ultime, resta basso l’indicatore relativo al clima di fiducia sulla situazione economica generale seppure con qualche lievissimo segnale di ripresa relativo all’ultimo mese di attività. Si conferma sempre nell’area della contrazione anche l’indicatore relativo all’andamento della propria attività (il dato è lontanissimo dai livelli pre-pandemia). Basso l’indicatore relativo al fatturato, le imprese della distribuzione stanno pagando gli effetti della crisi che ha causato un azzeramento degli introiti per molte imprese. Resta drammatica la situazione relativa al fabbisogno finanziario, le imprese hanno bisogno di liquidità e abbastanza in fretta.

L’indicatore relativo agli ordini scende rispetto ad aprile 2020 (il dato del trimestre risente degli effetti del lockdown). In aumento la percentuale di imprese che ha chiesto un fido o un finanziamento nel corso degli ultimi mesi. Il 42,3% delle imprese è ancora in attesa di conoscere l’esito della propria domanda di credito. Per il 73,7% delle imprese della distribuzione la pandemia ha avuto un impatto «molto o abbastanza elevato» nella gestione del personale; sale al 75,3% per la gestione dei clienti. Il 36,6% delle imprese della distribuzione sta considerando l’eventualità di effettuare nel prossimo futuro delle attività di formazione in ambito digitale. L’81,5% delle imprese della distribuzione ritiene che la cancellazione di fiere ed eventi dovuta alla pandemia abbia avuto un impatto «molto o abbastanza» elevato sul business aziendale.

Il rapporto integrale è riservato agli associati ASCOMUT.

3. UNA SOLUZIONE OPERATIVA PER GLI UTILIZZATORI FINALI

ASCOMUT è stata contattata per la presentazione di un prodotto pensato per gli utilizzatori finali di macchine e attrezzature, denominato iProd MOP, una piattaforma industriale 4.0 online di ottimizzazione della produzione.

Si tratta di una soluzione destinata all’ampio mercato delle PMI utilizzatrici finali di macchine utensili di qualunque tecnologia di trasformazione (metallo, plastica, legno, vetro, pietra, etc…), assemblaggio e packaging e che racchiude un insieme di servizi di gestione e tecnologie che rendono possibile ottimizzare ed efficientare i processi produttivi della tipica PMI manifatturiera, tramite la raccolta e gestione di dati, la loro elaborazione, nonché la presentazione e restituzione ed accessibilità di informazioni che creano valore per il business.

La MOP permette di gestire ed ottimizzare le 4 aree operative tipiche di ogni azienda manifatturiera:

  • gestione delle risorse produttive
  • pianificazione e monitoraggio della produzione
  • manutenzione
  • acquisti di materiali, utensili e consumabili.

La piattaforma è disponibile in versione FREE con l’utilizzo dei primi 100 Ordini di Lavoro, fino a 3 GB di storage dei dati in cloud: https://app.iprod.it/login/newregistration/

Abbondante documentazione sul sito web www.iprod.it e sul blog.iprod.it

L’azienda che propone questa soluzione, interessante per i CLIENTI delle nostre aziende, desidera valutare l’interesse degli associati ASCOMUT alla commercializzazione della piattaforma industriale verso gli utilizzatori di macchinari industriali.

Maggiori informazioni possono essere chieste alla Segreteria ASCOMUT.

4. BANDO REGIONALE LOMBARDIA – FIERE INTERNAZIONALI

Regione Lombardia ha modificato e riaperto il bando per la presentazione di progetti di partecipazione a una o più fiere di livello internazionale, inserite nel calendario fieristico approvato annualmente da Regione Lombardia, che si svolgano tra il 1^ settembre 2020 e il 31 dicembre 2022.

Possono accedere al bando le Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) regolarmente iscritte al Registro delle Imprese, in possesso di almeno una sede operativa attiva in Lombardia.
In base alle modifiche apportate rispetto alla versione originale, il bando distingue tra due categorie di imprese richiedenti:

NUOVI ESPOSITORI, laddove l’impresa richiedente, relativamente a tutte le fiere indicate nel progetto, non abbia partecipato nelle precedenti 3 edizioni, per le fiere con cadenza annuale o inferiore, o nelle precedenti 2 edizioni, per le fiere con cadenza biennale o superiore;

ESPOSITORI ABITUALI, laddove l’impresa richiedente, relativamente ad almeno una delle fiere indicate nel progetto, abbia già partecipato almeno una volta nelle precedenti 2 o 3 edizioni, a seconda della cadenza della fiera.

L’agevolazione concedibile è un contributo a fondo perduto, assegnato secondo le intensità seguenti:

  1. NUOVI ESPOSITORI:
  2. a) 50% delle spese ammissibili, nel caso di partecipazione a una sola fiera;
    b) 60% delle spese ammissibili, nel caso di partecipazione a due o più fiere, incluse diverse edizioni della stessa fiera,
    fino a massimo 15.000 euro;
  3. ESPOSITORI ABITUALI:
  4.          a) 40% delle spese ammissibili, nel caso di partecipazione ad una sola fiera;
    b) 50% delle spese ammissibili, nel caso di partecipazione a due o più fiere, incluse diverse edizioni della stessa fiera;
    fino a massimo 10.000 euro.

Sono previste due premialità:

+5% in caso di Micro Impresa (impresa con dipendenti <10 e fatturato o bilancio non superiore a 2 milioni di euro);
         +5% in caso di StartUp (impresa iscritta al Registro Imprese e attiva da non più di 24 mesi),
che innalzano l’intensità di contributo massimo fino al 70% delle spese ammissibili per i nuovi espositori e fino al 60% per gli espositori abituali.

Non sono ammissibili progetti con spese inferiori a 6.000 euro.

Sono ammissibili le spese sostenute tra il 9 settembre 2020 e il 31 marzo 2023, ad eccezione di eventuali acconti o pagamenti anticipati per l’iscrizione e l’affitto dell’area espositiva, che sono ammissibili anche se sostenute in data antecedente, purché riferite a fiere di livello internazionale che si svolgano nel periodo consentito. In deroga alla decorrenza sopra indicata, per fiere con data di inizio fino al 31 ottobre 2020, sono ammissibili le spese sostenute a partire dal 4 agosto 2020, con le stesse eccezioni relative ad acconti e pagamenti anticipati.

Le domande di partecipazione al presente bando devono essere presentate esclusivamente in via telematica tramite il sistema informatico Bandi Online (www.bandi.servizirl.it/procedimenti/bando/RLO12019008662), fino ad esaurimento risorse.

La medesima domanda può prevedere la partecipazione ad una fiera o a più fiere, intese come fiere distinte o diverse edizioni della stessa fiera.

Le domande devono essere presentate almeno 30 giorni prima della data di inizio della prima fiera oggetto del progetto. In deroga a questa scadenza, per le domande presentate fino al 15 ottobre 2020, non deve essere rispettato il termine di 30 giorni. In particolare, può essere presentata domanda anche per fiere che si siano già svolte, purché con data di inizio non antecedente al 1^ settembre 2020.

5. ELEZIONI FONDAZIONE ENASARCO – LISTA ENASARCO DEL FUTURO

Le votazioni per il rinnovo dell’Assemblea dei Delegati della Fondazione ENASARCO si svolgeranno in modalità online nel periodo da giovedì 24 settembre 2020 a mercoledì 7 ottobre 2020, dalle 9 alle 18 nei giorni dal lunedì al venerdì, e dalle ore 9 alle 20 nei giorni di sabato e di domenica.

Possono partecipare al voto TUTTE LE AZIENDE CHE, IN QUALITA’ DI CASE MANDANTI CHE SI AVVALGONO DI AGENTI DI COMMERCIO, RISULTANO ISCRITTE NELLE LISTE ELETTORALI.

Nei giorni scorsi le aziende aventi diritto di voto hanno ricevuto una PEC contenente il CERTIFICATO ELETTORALE e le istruzioni per partecipare al voto.
Confcommercio parteciperà al confronto elettorale con la lista n. 3 “Enasarco del futuro” costituita in coalizione con Confindustria, Confcooperative e CNA e FNAARC.

È molto importante assicurare la più ampia partecipazione al voto online ed il sostegno alla lista Enasarco del Futuro.

6. ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE AZIENDE CHE NON RICHIEDONO CIG

L’Inps, con circolare n. 105 del 18 settembre c.a., fornisce indicazioni in merito all’esonero dal versamento dei contributi previdenziali per le aziende che non richiedano ulteriori trattamenti di cassa integrazione, previsto dall’articolo 3, D.L. n. 104/2020, c.d. Decreto “Agosto”.

L’articolo 3 prevede, in favore dei datori di lavoro del settore privato, un esonero dal versamento dei contributi previdenziali a loro carico, fruibile entro il 31 dicembre 2020 e a condizione che i medesimi datori non richiedano i nuovi interventi di integrazione salariale di cui all’articolo 1 del D.L. “Agosto”.

Con apposito messaggio l’Istituto emanerà le istruzioni per la fruizione dell’esonero, con particolare riguardo alle modalità di compilazione delle dichiarazioni contributive da parte dei datori di lavoro.

Datori di lavoro che possono accedere al beneficio

L’esonero può essere legittimamente fruito per le medesime posizioni aziendali (matricole INPS) per le quali, nelle mensilità di maggio e giugno 2020, siano state fruite le tutele di integrazione salariale di cui agli articoli da 19 a 22-quinquies del D.L. n. 18/2020.

Qui la Circolare INPS: https://www.confcommerciomilano.it/export/sites/unione/doc/contratti_lavoro/lavoro_news/2020/lavoronews_n_163/Circ_Inps_n_105_2020.pdf

7. WEBINAR AICE

Segnaliamo due interessanti iniziative organizzate da AICE e aperte ai nostri associati:

Giovedì 1 ottobre ore 10,30 – sul tema: “Inquadramento normativo del transfer price”
L’obiettivo del webinar è quello di fornire

  • Una panoramica sul valore doganale negli scambi intercompany
  • Una corretta gestione della documentazione da conservare in caso di verifica da parte della Dogana
  • La procedura di forfetizzazione in Dogana dei prezzi di trasferimento
  • Informazioni circa la rilevanza IVA dei TP Adjustments
  • La corretta redazione di master file

Martedì 6 ottobre ore 10 – sul tema: “Le trasferte dei lavoratori all’estero: consigli pratici”
L’obiettivo del webinar è di fornire una panoramica generale e consigli pratici sugli obblighi/implicazioni e costi delle trasferte di breve durata, generalmente contenute nei 30 giorni.

La partecipazione è gratuita.
Programmi e schede di partecipazione possono essere chiesti alla Segreteria dell’Associazione.

Back To Top